“๐Ÿ๐Ÿ—๐ŸŽ๐Ÿ’ … ๐๐š ๐๐š๐ซ๐ข ๐š ๐๐š๐ซ: ๐’๐ญ๐จ๐ซ๐ข๐š ๐๐ข ๐ฎ๐ง ๐„๐ฌ๐ฉ๐ž๐ซ๐ข๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐จ”

ย  ย  ย  ย  ย  ย  ย  ย  ย  ย  (๐˜๐˜ญ ๐˜ณ๐˜ข๐˜ค๐˜ค๐˜ฐ๐˜ฏ๐˜ต๐˜ฐ ๐˜ฅ๐˜ฆ๐˜ญ๐˜ญ๐˜ฆ ๐˜ฑ๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ช๐˜ง๐˜ฆ๐˜ณ๐˜ช๐˜ฆ)
Sabato 15 Febbraio, dalle 17:30 presso la Casa delle Culture nel quartiere San Paolo (via Barisano da Trani, 15 – Bari) ricorderemo un giorno cruciale per il destino della comunicazione, ma soprattutto per la storia di Bari e della sua periferia: il 3 Agosto 1904. E’ il giorno del primo esperimento di telegrafia senza fili attraverso l’Adriatico, fra la Puglia e il Montenegro, con la presenza a Bari, al molo San Cataldo, del grande Guglielmo Marconi.
L’evento fa parte della ricca programmazione di incontri della RCU – San Paolo, Stanic, Villaggio del Lavoratore ed organizzato in occasione della Giornata Mondiale della Radio ed in collaborazione con: Il Borgo delle Arti, ANAS Regione Puglia, Associazione onlus Mondo Antico e Tempi Moderni, Club per l’Unesco Bari, ARI – Associazione Radioamatori Italiani.
Con gli interventi storici di Angela Campanella e Nicola Cutino. Letture sceniche di Gianfranco Liuzzi e piece tetrale “La Radio lโ€™ho inventata io!” con Pino Cacace, Ciro Neglia, Luigi Favia e Rosa Ungaro.
E con la testimonianza e partecipazione di:
– Giancarlo Liuzzi, pres. Associazione Incontri
– Pietro Bello, pres. Club UNESCO Bari
– Umberto Giarletti, collezionista e storico della radio
– Ornella Giarletti, curatrice della Mostra Nazionale della Radio
– Lello Cafaro, pres. regionale dell’A.R.I (Associazione Radioamatori Italiani)

Ingresso libero

Notizie correlate