A Dubai la giornata delle capitali europee della cultura

Il 30 ottobre 2021, sarà presente anche l’Italia con Matera Capitale della Cultura 2019 all’Esposizione Universale di Dubai nel Padiglione Italia per l’Expo 2020 di Dubai.

A seguito della sottoscrizione di un protocollo d’intesa a ottobre del 2018 tra la Fondazione Matera 2019 e il Commissariato, Matera la si vede capofila nella rete delle Capitali Europee della Cultura, nell’ambito del programma che prevede la cooperazione tra l’Europa e i Paesi arabi, perseguendo l’obiettivo di instaurare dei percorsi comuni di scambio culturale per una maggiore diffusione e fruizione. Oltre a Matera 2019 parteciperanno le altre seguenti Capitali della Cultura: Esch 2022 (Lussemburgo), Novi Sad 2022 (Serbia), Kaunas 2022 (Lituania), Veszprém-Balaton 2023 (Ungheria), Eleusis 2023 (Grecia), Nova Gorica/Gorizia 2025 (Slovenia), Oulu 2026 (Finlandia).

In questa “Giornata” del 30 saranno illustrate le esperienze più rilevanti delle Capitali Europee della Cultura che nel loro anno designato si sono svolte.  Quattro gli appuntamenti, nel Padiglione Italia:

-Forum Internazionale Le Capitali Europee della Cultura e il New European Bauhaus: come costruire luoghi sostenibili, inclusivi e belli, live streaming alle ore 9:00 AM (CET) sul canale Youtube e la pagina Facebook di Italy Expo 2020 e Matera 2019

– Forum Internazionale Urbano/rurale: progettare attraverso la cultura nuove connessioni tra le aree sovraffollate e quelle scarsamente abitate, live streaming alle ore 2:00 PM (CET) sul canale Youtube e la pagina Facebook di Italy Expo 2020 e Matera 2019

-The ECoC game, un’esperienza interattiva progettata da Open Design School volta a portare i visitatori in un viaggio immaginario attraverso la storia delle Capitali Europee della Cultura

– Performance Open Sound Dubai Session, una delle coproduzioni originali di Matera 2019 realizzata con Multietnica, ponte tra la produzione di musica elettronica contemporanea e le pratiche sonore legate ai rituali più rappresentativi della tradizione lucana. La performance coinvolgerà musicisti e producer italiani e arabi, celebrando l’incontro tra culture diverse e simili.

Edvige Cuccarese

 

Related posts