Associazione diritti anziani e Gruppo scout Masci, al via sinergia per supportare giovani disabili

Supportare i giovani portatori di handicap e i ragazzi affetti dalla sindrome di down, condividendo iniziative ludiche, ricreative e associative finalizzate al dialogo intergenerazionale e al pieno inserimento in ambito sociale.
È questo il senso della collaborazione annunciata dall’Associazione per i Diritti degli Anziani di Palermo, presieduta da  Gaetano Cuttitta, con il Gruppo Scout Palermo 3 M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) a seguito di un incontro con il magister (presidente) Carlo Di Paola.
All’orizzonte, una serie di attività legate alla formazione professionale “che – spiega Cuttitta – potrebbero rappresentare un ‘opportunità spendibile in vari settori lavorativi”.
Tra i progetti dell’ADA che potrebbero prevedere l’impiego dei giovani portatori di disabilità, anche alcune attività da compiere nello storico  giardino di Maredolce dell’omonimo Castello arabo nell’area di Brancaccio, gestito dalle cooperative “So.Svi.Le.” e “Libera..mente” e dalla stessa A.D.A.
L’associazione temporanea di scopo della quale fanno parte le tre realtà, in base all’atto di concessione gratuita, utilizzerà il bene per svolgere attività di sostegno e inclusione a beneficio di categorie sociali svantaggiate, creando momenti aggregativi tra giovani e anziani del quartiere Brancaccio, trasformando il bene abbandonato per anni in un’ occasione di riscatto per tutto il territorio circostante.

Notizie correlate