Fenici pronto a nuove sfide a Misano in Porsche Sports Cup Suisse

A conclusione di una super stagione d’esordio nell’automobilismo, il 29enne pilota romano affronta l’intenso weekend finale del monomarca svizzero al volante della Cayman GT4 ClubSport sulla quale sabato disputa per la prima volta anche una gara in notturna: “Puntiamo a coronare al meglio gli impegni 2019 proprio sul circuito romagnolo dove tutto iniziò un anno fa!”

Ultima, prestigiosa e “innovativa” sfida per Francesco Maria Fenici nel 2019 della Porsche Sports Cup Suisse, il monomarca elvetico nel quale sarà impegnato fino a sabato 26 ottobre al Misano World Circuit per il gran finale della stagione. A conclusione di una super annata d’esordio nell’automobilismo, che l’ha già visto trionfare a Imola e al Mugello con tanto di pole position, il 29enne neo-pilota testimonial di “Autosprint” e “Auto” dovrà affrontare nuove esperienze “racing” in un weekend davvero intenso che nella giornata finale di sabato lo vedrà protagonista di due gare sprint di mezzora e, per la prima volta, di una gara endurance di due ore in notturna. Si tratta di una sfida tutta nuova per il driver romano originario di Rieti che, coadiuvato da Max Busnelli nelle vesti di coach driver, torna in azione al volante della Porsche Cayman GT4 ClubSport da 385 cavalli dei Centri Porsche Ticino preparata dal team Amag First Rennsport. Sfida nella sfida, sarà anche la scoperta del tracciato romagnolo, che il portacolori dell’asd FF Motorsport non ha mai affrontato in un weekend agonistico, anche se proprio sull’autodromo intitolato a Marco Simoncelli iniziò giusto un anno fa tutta la trafila per diventare pilota.

Fenici sottolinea in vista del gran finale 2019“Ci attende un weekend ultra-impegnativo e dal sapore particolare. Due gare sprint e una endurance da 2 ore in notturna che prevede due soste, quindi sarò al volante sia nel primo sia nel terzo stint fino al traguardo. Sarà anche la mia prima volta in notturna e a Misano in gara… insomma, con tutta la squadra ci sarà molto da lavorare! Il Misano World Circuit è la pista dove ho effettuato il mio primo test lo scorso anno, quindi dove tutto ebbe inizio e non vedo l’ora di tornare. L’obiettivo resta quello di puntare in alto nella speranza che vada tutto bene in un programma così ristretto e con tanti turni ravvicinati. Arriverò in circuito senza pensare al futuro, per il quale anche grazie al sostegno di Autosprint e Auto vedremo poi da questo inverno che cosa programmare. Sono concentrato esclusivamente su questo finale per coronare al meglio gli impegni 2019 con l’auspicio di concludere con nuovi risultati positivi la stagione d’esordio”.

Notizie correlate