Mazara del Vallo: In funzione il sistema a fanghi attivi al depuratore comunale

Mazara del Vallo, 26 Ottobre 2017 “La collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo in materia ambientale ci ha consentito di studiare il problema e grazie ad un’ottima progettazione oggi finalmente il Depuratore Comunale di Mazara del Vallo ha in funzione il sistema a fanghi attivi che ci consentirà di attenuare considerevolmente gli odori nauseabondi che ogni tanto fuoriescono e soprattutto ci permetterà di utilizzare al meglio l’impianto. Il nostro depuratore è stato concepito parecchi anni fa con la ‘logica’ del sistema bio dischi, sistema efficiente solo se i reflui che giungono al depuratore risultano essere compatibili con lo stesso. Purtroppo si verifica che certi impianti semi-industriali immettono nella condotta fognaria reflui che dovrebbero essere trattati dai loro depuratori prima della immissione, la qual cosa provoca i cattivi odori e il malfunzionamento del dell’impianto”.

Lo ha detto il vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici, Silvano Bonanno, nel corso di un sopralluogo al depuratore comunale dove da stamani è in funzione il sistema a fanghi attivi realizzato per attenuare le fuoriuscite di cattivi odori e per consentire un più efficiente funzionamento dell’impianto.

Il progetto, redatto dallo staff del Prof. Michele Torregrossa, della facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo, ha previsto il funzionamento del depuratore secondo un preliminare sistema a fanghi attivi da azionare prima di quello a bio dischi. Attraverso l’entrata in funzione di tali vasche si consentirà ai reflui, anche quelli incompatibili con l’attuale sistema depurante, di subire un primo trattamento che permetterà ai bio dischi attivi di lavorare con reflui già pre-trattati.

“Tale sistema – ha concluso Bonanno – ci permetterà di diminuire sensibilmente la fuoriuscita di odori nauseabondi che contiamo di eliminare completamente attraverso la copertura ermetica degli attuali recipienti utilizzati nel sistema, che sarà effettuata nei prossimi mesi”.

I lavori sono stati effettuati dalla C.P.S. di Adrano che si è aggiudicata la relativa gara con un ribasso del 43,5600% su importo a base d’asta di 246.103,02 euro.

Responsabile Unico del procedimento e Direttore dei Lavori, con la super visione del prof. Michele Torregrossa, il geom. Mario D’Agati dell’Ufficio Tecnico Comunale.

Notizie correlate