Raccolta dei rifiuti, le proposte di Confcommercio Palermo alla Rap

Confcommercio Palermo ha elaborato una serie di proposte migliorative per il servizio di raccolta dei rifiuti nella città di Palermo. Una delegazione composta da Antonio Cottone (pubblici esercizi), Salvo Vitale (grande distribuzione) e Natale Spinnato (panificatori), in rappresentanza delle imprese del settore alimentare, ha illustrato ai vertici della Rap alcune proposte per incentivare e implementare la raccolta differenziata, aiutare l’azienda pubblica a razionalizzare i propri sforzi e creare un circolo virtuoso che contribuirebbe alla soluzione in tempi rapidi di numerosi problemi.

“È stata una riunione proficua perché c’è voglia di cambiare marcia su un tema come la raccolta dei rifiuti che avrà risvolti economici importanti e può fattivamente contribuire a migliorare il decoro della città. La collaborazione, con il metodo del confronto sui problemi reali, non potrà che produrre risultati positivi”, dicono Cottone, Vitale e Spinnato che hanno avuto parole di apprezzamento per l’inaugurazione del quarto centro comunale di raccolta (CCR) nell’area adiacente la rotonda Oreto.

Tra le proposte elaborate nel corso della riunione c’è quella di unificare in tutta la città la raccolta dei rifiuti residenziali e quella degli esercizi commerciali (attualmente effettuata con un calendario diverso) in modo da ottimizzare gli sforzi della Rap in termini di personale e mezzi. È stata anche segnalata l’esigenza di evitare che il ritiro della frazione umida davanti alle imprese di ristorazione avvenga dalle 13 alle 14, orario ritenuto non ottimale anche per gli stessi utenti delle attività commerciali: la soluzione ideale sarebbe quella di spostarla alla sera anche per consentire ai mezzi della Rap di sfruttare il minore traffico e avere maggiore velocità di intervento.

Alla Rap viene chiesto di incrementare da due a tre volte alla settimana il ritiro di plastica e metalli davanti agli esercizi commerciali: attualmente il ritiro avviene il lunedì e il mercoledì con la conseguenza che nei fine settimana si accumulano ingenti quantità di rifiuti che creano anche problemi igienici oltre che di spazi. Confcommercio ha anche sollecitato l’istituzione di un servizio di “pronto intervento”, tramite app o numero di telefono dedicato, a cui segnalare eventuali disservizi dovuti al mancato ritiro dei rifiuti.

Secondo Confcommercio occorre anche snellire l’iter burocratico previsto per il conferimento dei rifiuti ingombranti che attualmente prevede cinque passaggi. Dal settore della grande distribuzione organizzata – che deve gestire enormi volumi di rifiuti – è poi stata avanzata l’esigenza di attivare nuovi progetti mirati.

Fra le idee messe sul tavolo, in linea con quanto avviene in molte altre città, c’è anche quella di incrementare la raccolta delle bottiglie di plastica attraverso apposite macchinette automatiche che rilascerebbero ai cittadini un ticket da poter utilizzare come buono sconto negli esercizi commerciali.

Notizie correlate