Tra recupero della tradizione e ecosostenibilità: la “Cursa ri Carruzzuna”

C’è un posto nel cuore della Sicilia in cui il tempo, in occasione dell’iniziativa che stiamo per raccontarvi, sembra essersi fermato, stiamo parlando della “Cursa ri Carruzzuna” che si tiene a Collesano, piccolo comune situato alle porte del parco delle Madonie.

Abbiamo chiesto una testimonianza in merito al presidente Presidente provinciale Anas Palermo e zonale di Collesano, Antonino Vara, che ci racconta così l’iniziativa:

“La corsa, organizzata da Anas (Associazione Nazionale di Azione Sociale) in collaborazione con il comune di Collesano, che prende il nome di Formula Carr, si svolgerà domenica 1 settembre e coinvolgerà grandi e piccini (il vincitore si aggiudicherà il primo premio del campionato delle Madonie).

Grazie a questa iniziativa si riscoprono i valori della tradizione siciliana, si mantiene vivo il contatto con il passato e si dà la possibilità ai ragazzi, sempre troppo distratti dalla tecnologia, di ritrovare la bellezza delle piccole cose. La gara e i preparativi per essa riescono a far comunicare tra loro le diverse generazioni, in particolare quella di nonni e nipoti; infatti i primi raccontano la loro memoria storica e i secondi la mettono in atto.

C’è da dire inoltre che il nostro non è solo un progetto meramente ludico-agonistico, ma vi è molto di più: dietro all’organizzazione troviamo ingegneria, aerodinamica, carrozzeria, ma anche fantasia. Fantasia che è una delle protagoniste del progetto, perché permette di dare libero sfogo alla creatività, vedasi la  gara per il carrozzone allestito che permette di dare libero sfogo alla creatività.

Nell’organizzazione di questa gara non è mancata l’attenzione all’ecosostenibilità: i carri infatti sono creati, come accadeva in passato, con materiale di riciclo. Idea questa, che può portare  alla sensibilizzazione della comunità che partecipa in maniera attiva all’evento che affonda le sue radici nella storia.

Tutto risale allo scorso novecento e si sviluppa  per due motivi:

in primis abbiamo l’inventiva scaturita dal bisogno. La povertà del dopoguerra ha portato moltissimi uomini a inventarsi dei mezzi di trasporto simili alle macchine che non potevano permettersi,  per favorire il trasporto di merci.

Il secondo motivo ha a che fare con la famosa Targa Florio. Collesano era una delle tappe principali della targa, motivo per cui molti ragazzi, incuriositi dal rombo di quei bolidi che sfrecciavano a tutto gas tra le sinuose piste siciliane, hanno sentito il desiderio di emulare queste gare con ecobolidi creati di tutto punto.

E’ da qui che quindi ha origine la corsa “Cursa ri Carruzzuna”, dal  miscuglio di storia, tradizioni popolari e innovazione.

Adesso, visto il largo seguito che abbiamo, teniamo a tener viva la tradizione, non dimenticando il passato e avendo al contempo un occhio di riguardo per la sensibilizzazione ambientale”.

Requisiti minimi per partecipare sono l’età di almeno 9 anni in su.
3 le categorie : 10-13, 14-17, 18 anni in su possono partecipare sia donne che uomini.
Montepremi:
I° Class € 250,00. II° Class € 100,00  Cat. 18 Anni in sù
I° Class € 50,00. II° Class € 30,00 Cat.10-13 ( Buono Scuola);
I° Class € 50,00. 2° Class € 30,00, Cat 14-17 (Buono Spesa);
Migliore  Carruzzuni Allestito € 50,00 ( Buono Spesa)

Per informazioni e prenotazione segreteria organizzativa 327 6224664 – 3208233570 e mailanascollesano@gmail.com ,
Termine ultimo di partecipazione il 29 agosto alle ore 12,00.

 

 

 

Cinzia Testa

L'immagine può contenere: una o più persone

Notizie correlate